Come aprire un negozio di abbigliamento e quanto costa

È sicuramente uno di quei settori che globalmente non risente della crisi. Potrebbe calare il consumo del vestiario di lusso, ma le persone hanno sempre bisogno di vestirsi e quindi il mercato è sempre stabile.

Come aprire un negozio di abbigliamento

Sul mercato non ci sarebbe bisogno di ulteriori capi d’abbigliamento. L’offerta è ampiamente sopra il livello della domanda, ma la moda detta le regole e fa spostare gli acquisti dell’utenza in base alle nuove tendenze che generano bisogni, che, a loro volta, dovranno essere soddisfatti.

Il primo passo sarà quindi scegliere la nicchia di mercato in cui operare in base a questi bisogni e alle esigenze della comunità in cui si vuole aprire il negozio.

Individuata la nicchia si dovrà individuare il fornitore o i fornitori dai quali acquistare i prodotti e stabilire  le modalità di approvvigionamento. Capacità commerciali e doti imprenditoriali saranno fondamentali già in questa fase come nella successiva gestione del negozio. 

Iter e requisiti per avviare un negozio di abbigliamento

  • Se non lo si possiede già sarà necessario cercare ed affittare un fondo idoneo da un punto di vista strutturale (ampiezza, impianti, bagno interno) e di location. I centri commerciali e centri di forte passaggio sono sempre le migliori zone, ma il difficile è trovare un canone di affitto accessibile che vi lasci un giusto margine di guadagno.
  • Aprire posizione IVA;
  • Effettuare l’iscrizione al registro delle imprese presso la Camera di Commercio;
  • Effettuare l’iscrizione all’INPS e all’INAIL;
  • Segnalare al comune l’avvio attività almeno un mese prima l’apertura dei battenti.

Lo svolgimento degli ultimi 4 punti è opportuno affidarlo ad un commercialista. Se ne avete uno bravo e di fiducia tanto meglio.

come aprire un negozio di abbigliamento

 

Quanto costa aprire un negozio di abbigliamento

I costi possono variare molto; un piccolo negozietto di accessori moda lo si può aprire anche con soli 15.000 euro se il locale prescelto non ha bisogno di interventi particolari, il canone d’affitto non è alto e si opta per un arredamento semplice. Un range di spesa più verosimile può essere tra i 25.000 e i 35.000 euro.

Le voci di spesa che possono fare aumentare il livello d’investimento sono infinite e vi posso garantire che questo range può essere sforato con molta facilità.


I franchising di Abbigliamento

Le innumerevoli incognite e le variabili che intervengono quando si avvia una nuova attività di questo tipo ha favorito il già florido comparto del franchising.

Affiliarsi ad una rete di negozi con un determinato marchio già conosciuto, oltre a garantire una maggiore visibilità verso la potenziale clientela, permette, anche a chi non ha esperienza nel settore, di aprire un negozio di abbigliamento riducendo gli imprevisti calcolando a priori la spesa che si andrà ad affrontare. Le voci a budget potranno subire variazioni ma grazie all’esperienza del franchisor potranno essere preventivate tempestivamente.

Su questo portale trovate i migliori marchi di abbigliamento in franchising a cui affiliarsi per avviare una nuova attività in questo settore.

Negozi di abbigliamento senza soldi o con finanziamento

Nel settore commerciale è molto difficile aprire una propria attività se non si ha un minimo di capitale da investire; ma se la situazione in cui vi trovate è questa potete rivolgervi per un prestito ad un istituto di credito o alla INVITALIA, ente parastatale che concede finanziamenti a fondo perduto a quei soggetti che ne hanno i requisiti.