Come aprire un negozio e come aprire un negozio in franchising

L’idea di aprire un negozio passa per la testa di tutti. Mollare il proprio lavoro da dipendenti e avviare un’attività in proprio per essere autonomi e svolgere un lavoro più appagante e magari più redditizio.

Di seguito forniamo tutte le informazioni, i requisiti e l’iter completo per aprire un negozio. Inoltre illustriamo anche come aprirlo in franchising e presentiamo i migliori marchi a cui affiliarsi.

Cosa serve per aprire un negozio

Serve determinazione ed essere pronti ad affrontare un’attività dove tutte le responsabilità sono sulle nostre spalle e dove la sua riuscità dipende molto da noi stessi.
Serve anche una somma da investire ma questo lo vedremo nei punti successivi.

Requisiti e iter per aprire un negozio

L’ultima riforma del commercio creata da Bersani ha di fatto eliminato le vecchie licenze e reso più agevole il percorso per avviare un negozio. La persona che intende avviare un’attività commerciale:

  • non deve avere condanne penali a suo carico o essere stata dichiarata fallita;
  • deve aver compiuto 18 anni;
  • deve individuare un locale idoneo al tipo di negozio che intende aprire;
  • deve aprire partita IVA;
  • deve iscriversi al registro delle imprese presso la Camera di Commercio;
  • deve iscriversi all’INPS e all’INAIL;
  • in sostituzione della licenza deve effettuare la segnalazione di avvio attività (SCIA).

Per le pratiche burocratiche di cui sopra ci si può affidare tranquillamente ad un commercialista che renderà il tutto molto più semplice e fornirà assistenza anche nella successiva tenuta contabile.

Quanto sopra vale per tutte quelle attività commerciali che non contemplano la vendita di prodotti alimentari.

Chi desiderasse aprire un negozio di alimentari o un’attività in genere che vende alimenti e bevande, oltre ai requisiti e alle pratiche di cui sopra, deve aver frequentato il corso ICAL, un corso molto semplice di circa 60 ore che abilità il frequentante al commercio di generi alimentari. Il corso è facoltativo se si ha operato per almeno 2 anni negli ultimi 5 presso un'attività nel settore alimenti o della ristorazione.

Quanto costa aprire un negozio

Molto dipende dal tipo di negozio che si intende aprire. Se la merce che intendiamo proporre non necessita di un grande spazio espositivo e troviamo un locale con un canone d’affitto contenuto, è possibile avviarlo anche con soli 10.000 euro. A voler spendere di più non c’è veramente limite.

Aprire un negozio in franchising

È possibile aprire un negozio anche appoggiandosi ad una rete di negozi già esistente tramite rapporto di franchising. I requisiti e l’iter di cui sopra permangono, ma affiliandosi ad un Marchio si possono avere diversi vantaggi. Come funziona:

  • Si firma un contratto con l’azienda franchising attraverso il quale Lei concederà in uso il proprio marchio, la propria insegna e le proprie strategie di vendita.
  • La stessa azienda rifornirà di merci da proporre nel negozio a prezzi vantaggiosi, in alcuni casi anche in conto vendita (dipende dal tipo di merce).
  • Verrà fornita consulenza e assistenza durante la ricerca del locale e durante la gestione del negozio.
  • Di contro il Franchising chiederà un gettone d’ingresso nella rete e/o una royalties (dipende dal contratto e dalla formula di affiliazione proposta).

Va chiarito che il rischio d'impresa rimane a carico del negoziante perché anche se viene instaurato un rapporto di franchising l’attività è sempre di proprietà dell’affiliato.

Aprire un negozio in franchising non significa “farsi regalare un negozio da gestire”, ma prevede comunque un investimento con capitale proprio per avviare il tutto.

Per visionare i migliori marchi di negozi di abbigliamento in franchising consulta le categorie alla sinistra.

Aprire un negozio senza soldi o con finanziamento

Aprire un negozio senza soldi non è una cosa molto fattibile. Un investimento minimo è sempre da mettere in conto. Se non si ha una disponibilità economica sufficiente ci si può rivolgere alla propria provincia o alla propria regione per conoscere gli incentivi e le agevolazioni disponibili, oppure rivolgersi in banca per richiedere un finanziamento.

Fonte: Staff di Abbigliamentofranchising.it

Data: mercoledì 04 giugno 2014